• loc3
  • loc5
  • loc4
  • loc1
  • loc2
loc31 loc52 loc43 loc14 loc25
Slider CSS3 by WOWSlider.com v5.2m

 

Castiglione di Sicilia

Situata a 621 m. di altitudine, è una cittadina medievale incastonata come un gioiello tra le piste di sci dell’Etna, le spiagge dorate di Taormina e le incantevoli gole dell’Alcantara. Riconosciuto tra i luoghi più belli dell’intera Sicilia per il paesaggio singolare e per il fascino che deriva dalla sua storia ricca e prestigiosa. Le origini della cittadina si perdono nella notte dei tempi. Testimonianze di antichi insediamenti abitativi di popolazioni sicule vengono fatte risalire all’età del rame e del bronzo, ma è con i profughi greci nell’VIII sec. a.C che nasce come insediamento abitativo, in posizione di netta difesa, in seguito alla distruzione della storica Nasso da parte di Dionigi I, tiranno di Siracusa.Qui i profughi meravigliati dalla presenza di due enormi colli di natura arenaria che imponenti si ergevano sulla valle dell’Alcantara, edificarono il loro nuovo sito con un punto d’avvistamento fortificato: “il castello”. Il borgo, chiamato nel corso dei secoli Quastellum, Castillo, Castiliorum etc. termini che presuppongono, secondo il significato etimologico, un aggregato di case fortificate e di castelli a controllo dell’unica via di penetrazione dal mare verso l’interno della Sicilia. La posizione strategica del luogo ha suscitato sempre gli interessi di  tutti i conquistatori che si sono succeduti sull’isola: Romani, che costruirono ponti, Arabi che rivoluzionarono i sistemi d’irrigazione e giunsero persino ad allevare coccodrilli nel fiume Alcantara, Normanni e Svevi , sotto i quali Castiglione divenne città regia, e Ruggero di Lauria, ultimo feudatario. Castiglione si sviluppò e prosperò sotto tutte le dominazioni: il castello continuava a fortificarsi, si costruivano chiese e palazzi, grazie alla ricchezza proveniente dalla coltura e dalla lavorazione del lino e delle nocciole. Paese pieno di storia e di leggende: al castello ne sono legate moltissime, ma anche alle cube basiliane, ed al cosidetto “cannizzu”, una torre d’avvistamento che si racconta sia stata spaccata in due da un terribile fulmine. Il paese, controlla visivamente un vasto territorio e domina il fiume dell’Alcantara con gran parte della valle omonima.

Alle pendici dell'Etna, il vulcano attivo più alto d'Europa che offre tra le più spettacolari eruzioni al mondo
A soli 15 minuti dalle Gole dell'Alcantara, caratterizzate da pareti di durissimo basalto dalle forme prismatiche levigate dalle acque del fiume
A circa 15 minuti da Taormina, località dalla singolare bellezza naturalistica nella quale si fondono turismo, mare e tradizioni siciliane
A circa 56 km da Catania, importante nucleo della cultura e dello sviluppo economico della Sicilia Orientale
A circa 70 km dall'aeroporto di Catania-Fontanarossa